Skip to main content
  • Spedizione gratuita per ordini superiori a 60€
Cosa succede al tuo corpo nei giorni di recupero?

Cosa succede al tuo corpo nei giorni di recupero?

Se ti alleni con costanza, conosci benissimo l’importanza del giorno di recupero, anche chiamato “rest day”.

Magari, quando hai iniziato ad allenarti, ne sottovalutavi l’importanza: le sessioni di training ti facevano sentire così bene, grazie alle endorfine, che pensavi di poter saltare i giorni di pausa…

È una realtà che ogni atleta, però, deve accettare: i giorni di riposo non sono uno spreco di tempo ma, anzi, ti aiutano ad allenarti meglio e a raggiungere i tuoi obiettivi in sicurezza.

Perché, però, sono così importanti, e cosa succede davvero al corpo quando non ci alleniamo per un giorno?

Scopriamolo insieme!

 

Perché è importante rispettare i giorni di recupero

Iniziamo dalle basi: il mondo è fatto di opposti che si compensano e, per questo motivo, il riposo è tanto importante quanto il tempo dell’azione.

Pensa a quando vai a lavoro: come ti sentiresti se ti dicessero che non puoi staccare neanche durante il weekend, che dovrai presentarti alla scrivania sette giorni su sette, ininterrottamente? È molto probabile che l’idea ti abbia fatto correre un brivido lungo la schiena, ed è altrettanto probabile che andresti in burnout entro poche settimane, se non meno.

Ecco, la stessa cosa accade al nostro corpo!

Se ci alleniamo ripetutamente senza mai riposare, non diamo ai nostri muscoli il tempo di riprendersi dal lavoro.

Infatti, se per noi fare sport e allenarci è faticoso, anche per il nostro apparato muscolare è così!

Durante l’esercizio, infatti, i muscoli subiscono alcune microlesioni – che sono poi ciò che ci permette di svilupparli e di essere sempre più forti. Per questo, hanno bisogno di un periodo di recupero per rigenerarsi, ripararsi e crescere in modo più efficiente.

Insomma, per essere più forti e resistenti, è imprescindibile un po’ di riposo.

 

Cosa succede al nostro corpo quando ci riposiamo dall’allenamento

Quindi, ora che sappiamo perché è importante riposare, capiamo insieme cosa accade nel nostro organismo e come fare per aiutare i nostri muscoli a rilassarsi nel modo migliore.

Per prima cosa, come abbiamo già accennato, il riposo aiuta i muscoli a crescere meglio e a diventare più forti. Infatti, dopo averli sottoposti allo sforzo, durante il giorno di recupero i muscoli hanno la possibilità di “guarire”, diventando più forti ed elastici.

Inoltre, questo ci permette anche di evitare, o quantomeno di ridurre, potenziali infortuni futuri; quando ci sforziamo, i muscoli perdono glicogeno, e riposare ci permette di riempire nuovamente le “scorte”.

Il glicogeno è essenziale per funzionare e prevenire incidenti.

Proprio come quando ci godiamo una riposante notte di sonno, inoltre, il giorno di rest ci aiuta a migliorare le performance del giorno dopo: la nostra motivazione è più alta, abbiamo maggiori energie e possiamo ripartire con grinta, pronti per una nuova settimana di allenamenti!

Un altro piacevole effetto collaterale è che può aiutare a migliorare anche il nostro sonno: soprattutto se ci siamo allenati duramente e per molto tempo, il giorno di rest può fare abbassare i livelli di cortisolo, regalandoci una notte più dolce e riposante.

Tuttavia, ci sono modi più o meno efficaci di gestire il giorno di recupero: vediamo insieme qualche suggerimento per viverlo nel migliore dei modi e ricominciare con carica il nostro sport preferito!

Cosa succede al tuo corpo nei giorni di recupero

Non sottovalutare il giorno di rest!

No, non sei tornato all’improvviso all’inizio dell’articolo; ci teniamo a sottolineare questo punto, perché è quello da cui nascono tutti gli altri. Il giorno di riposo è fondamentale perché ti permette di recuperare e tornare in forze.

Sentirsi in colpa perché stai facendo altro, o saltarlo perché pensi che tanto non succederà niente, possono essere azioni dannose.

Se non sei certo di sapere quando dovresti riposare, ascolta il tuo corpo: se ti senti molto stanco, se i muscoli ti infastidiscono, se fatichi a fare qualche esercizio, è possibile che tu abbia bisogno di una pausa.

Il nostro consiglio è anche di pianificare una giornata “off”, in cui magari puoi dedicarti ad altre passioni e incombenze.

Cosa succede al tuo corpo nei giorni di recupero

Segui la tua solita alimentazione

L’alimentazione è il modo migliore con cui accompagniamo i nostri sforzi fisici.

Ci fornisce tutti i nutrienti, ci dà energia e ci regala anche tantissimo gusto: cosa c’è di meglio?
Anche nel giorno di riposo, non dimenticare di ascoltare il tuo corpo: bevi una quantità sufficiente d’acqua, fai una colazione sana – ad esempio con uno yogurt proteico -, assumi tutti i nutrienti e ascolta i segnali che ti fanno capire quando raggiungi il senso di sazietà, senza forzarti. Puoi mantenere il bilancio calorico a cui sei abituato, non scambiarlo con il cheat day e mantieni un equilibrio dei macronutrienti nel corso della settimana.

Non sarà un giorno senza allenamento a sbilanciare la tua alimentazione; se vuoi, se sei in fase di sviluppo, puoi ridurre leggermente – intorno al 10% – la quota proteica, ma non farlo non sarà un problema.

 

Dedicati a qualche attività a basso impatto

Potresti essere il tipo di persona che anche nel giorno di rest smania perché non riesce a stare ferma: beh, ti capiamo!

Se l’idea di non fare assolutamente niente ti fa innervosire, è un’ottima occasione per riscoprire alcune attività che possono aiutarti e farti muovere i muscoli senza un carico di sforzo eccessivo.

Qualche esempio? Una passeggiata – magari nella natura -, una sessione di yoga, oppure degli esercizi di stretching per migliorare la flessibilità.

Tu cosa fai nei giorni di recupero per sentirti bene?


Scopri i prodotti GFF – Go for fit

  • Lorem ipsum dolor sit amet. ,
  • Lorem ipsum dolor sit amet. ,
  • Lorem ipsum dolor sit amet.